Computer scrittore

Oggi ho assistito a un seminario delirante. Non sono solo i social network ad essere pericolosi, è l’informatica tutta. Ora lo so. Oggi ho sentito un uomo dall’aspetto innocuo, uno che potresti pensare faccia il ragioniere alla Barilla, il geometra al comune di Gallarate proferire con orgoglio che “il sistema (un sistema informatico) predispone il comunicato in maniera automatica”. Spiego meglio. In pratica il sistema che dovrebbe consentire una elaborazione/diffusione dei dati (statistici) immediata e interattiva è in grado di commentare i dati. Insomma, per dirla in soldoni: il computer elabora i dati e scrive un articolo. L’omino in questione era tranquillo mentre lo diceva (se si stava attenti si poteva avvertire una punta d’orgoglio nella voce, ma molto mascherata dall’emozione). Forse non aveva paura perchè lui conosce poco Asimov e non si ricordava di quel micidiale racconto che è “Il correttore di bozze”. Avrebbe valutato diversamente la sua frase e le potenziali conseguenze della frase.
In onore del relatore di oggi ricordiamo qui le tre legge fondamentali della robotica:

1.Un robot non può recar danno a un essere umano né può permettere che, a causa del proprio mancato intervento, un essere umano riceva danno.
2.Un robot deve obbedire agli ordini impartiti dagli esseri umani, purché tali ordini non contravvengano alla Prima Legge.
3.Un robot deve proteggere la propria esistenza, purché questa autodifesa non contrasti con la Prima e con la Seconda Legge.

Le citerò quando mi licenzieranno perchè inutile

Advertisements

2 Comments

  1. Nuovo Lettore said,

    April 12, 2010 at 8:43 pm

    http://en.wikipedia.org/wiki/Neo-Luddism
    Mi perdonerà Trotella.
    🙂

  2. Fabiola said,

    April 13, 2010 at 12:34 pm

    Non corri il rischio di essere licenziata perché inutile. Forse l’uomo dall’aspetto innocuo ha omesso di dirvi che il sistema è in grado di commentare i dati perché l’uomo gli ha indicato come interpretarli e quali commenti mostrare in corrispondenza di determinate combinazioni di dati. Forse la punta di orgoglio e l’emozione nascondevano la tensione dell’inganno con cui vi ha illuso che farà tutto il sistema informatico 😉


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s

%d bloggers like this: